North Stream: un disastrino ambientale?

post-image

30 settembre 2022 153 parole

Convenzionalmente si ritiene che il metano abbia un effetto serra 25 volte superiore alla CO2. La perdita stimata del gasdotto è di 0,4 Mt (milioni di tonnellate) di metano, equivalenti a circa 10 Mt di CO2. L’Agenzia Danese per l’Energia ha valutato le emissioni in questione pari a circa un terzo delle emissioni annue della Danimarca.

Secondo il Guardian “Scientists fear methane erupting from the burst Nord Stream pipelines into the Baltic Sea could be one of the worst natural gas leaks ever and pose significant climate risks”

Uau.

Eppure l’Agenzia USA per la protezione ambientale ci dice che le emissioni di metano americane annue, dovute principalmente all’attività estrattiva del settore oil & gas, sono pari a 211 Mt di CO2. Se poi consideriamo le emissioni di Cina, Russia e quant’altri le emissioni in questione sono quelle normalmente prodotte in circa 18 ore dalla (sola) industria estrattiva di combustibili fossili.

Numeri che parlano.